Musei e gallerie a Graz

Dal mio vecchio blog. 

musei e gallerie a Graz )
Il primo giorno siamo andati all’infopoint, dove abbiamo trovato, del personale  gentile che ci ha spiegato in un inglese molto semplice quali erano i musei, gli orari.
Abbiamo deciso di fare la Tessera Joanneum 24h con cui a un prezzo ridotto di 13€ abbiamo potuto visitare svariati musei.
*Quasi tutti i musei chiudono alle 17.00 
Ecco quali abbiamo visto:– Landeszeughaus (armeria) : Custodisce il più grande arsenale di armi storiche del mondo, divise su 5 piani!
A noi è piaciuto davvero molto oltre alle armi a renderlo speciale è anche il contesto, del resto l’edificio risale alla metà del XVII  secolo, proprio per custodire le armi e armature di fanti e cavalieri.
* Vi consiglio l’utilizzo  dell’audio guida  disponibile anche in italiano, indispensabile per capire costa si stà guardando

– Kunsthaus Graz (Friendly Alien): Il Museo è dedicato all’arte contemporanea e anche l’edificio è molto particolare, certamente questa struttura moderna spicca in mezzo agli edifici storici.
Devo ammettere di essere andata a visitarlo solamente perchè compreso nella Tessera  Joanneum, non sono amante dell’arte contemporanea, e ammetto la mia ignoranza ho grossa difficoltà a comprenderla. Un giorno un amico (saggio) mi ha spiegato che l’arte non devo capirla ma mi deve suscitare delle emozioni, e con questo spirito che l’ho visitato, e dal momento che molte installazioni hanno suscitato emozioni (non sempre positive) in me devo dedurre che gli autori hanno raggiunto il loro scopo…
Al piano inferiore per lo più erano presenti installazioni, molte delle quali proiettate su fondali diversi… ovviamente le didascalie erano tutte in tedesco, solo qualche opera aveva delle brevi spiegazioni in inglese.
Al primo piano erano per lo più fotografie, molte delle quali scattate negli anni 60/70 e devo ammettere che mi hanno colpito molto.
Al secondo piano, si può godere di un bel panorama e ammirare Graz dall’alto.

Volkskundemuseum (museo delle tradizioni popolari): Sono sempre molto attirata da questo genere di musei, mi piace potermi immedesimare nella vita del passato e scoprire come era la vita di tutti i giorni, imparare la storia in un modo totalmente diverso.
Questo museo ammetto però non abbia molto soddisfatto le mie aspettative, era molto incentrato sulla religione e poco sulla vita di tutti i giorni, nella sala dedicata agli abiti, molti dei vestiti presenti erano ricostruzioni, inoltre tutte le didascalie erano in tedesco, ci hanno consegnato una giuda in inglese (in italiano non ne avevano), ma non era di semplice interpretazione in quanto non riportava un numero (o un altro simbolo) che collegasse quello che stavamo vedendo alla pagina della giuda, credo sia il museo che mi è meno piaciuto durante questo viaggio.


Castello di Eggemberg: Raggiungibile con i mezzi pubblici dal centro di Graz, merita sicuramente una visita accurata, al suo interno ci sono svariati musei da visitare, noi purtroppo non ci eravamo organizzati bene per cui siamo riusciti a visitare solamente la Alte Gallerie (che raccoglie molte opere dal Medioevo fino alla fine dell’età barocca), e il parco.


Annunci

Questione di ex

Quando dopo anni incontri il tuo ex (soprannominato l’idiota) e ti accorgi che ti lascia indifferente, che non ti fa più neppure rabbia … sono soddisfazioni! Facevo solo attenzione di non averlo vicino perché di parlarci non avevo proprio intenzione, non è una persona con cui farei i discorsi di facciata. Non ci siamo neppure salutati, un paio di volte mi è passato a fianco ma io l’ho scansato continuando a parlare con i miei amici e divertendomi assieme a loro. Non sono capace di fingere cortesia. Mi ha fatto piacere fosse da solo, senza figlio e moglie, mi ha fatto piacere non avesse potuto indicarmi a loro… Purtroppo amici in comune ne abbiamo ancora quindi l’ho trovato a parlare con loro, spero solo non di me, non voglio essere evitata ancora da amici perché lui sparla di me è gli altri gli credono… ora spero ricominci a stare lontano da quello che è diventato solo il mio mondo.

Ps. È una soddisfazione vedere che è ingrassato molto, trascurato, e che ha appeso al chiodo la sua amata moto perché ha una famiglia, mentre io ho potuto vantare le mie gambe definite e muscolose (grazie sport) sotto un paio di short, con le trecce ordinate è un trucco intatto nonostante il caldo!

Questione di pupu’

L’altro giorno sono andata in canile a fare la volontaria, le mattinate in quel posto mi lasciano sempre rilassata, carica d’amore e ottimista, tutti quei pelosetti in cerca di casa mi fanno ogni volta un grande dono,  il buon umore, è quello che faccio io per loro è poca cosa. Li fotografo, preparo le inserzioni e le publicizzo pubblicandole in vari siti. Il canile che frequento è davvero un bel posto, i cani non stanno chiusi in box, ma in grandi recinti, hanno sempre qualche umano a tenergli compagnia e possono entrare in casa, soprattutto i più anziani e ammalati hanno un posticino riservato a loro in casa, con riscaldamento in inverno e ventilatore in estate.

La prassi quando vado a trovarli è di indossare vestiti vecchi (che posso sporcare e rompere) entrare attraverso il doppio ingresso senza borse o altri oggetti, appoggiarmi con la schiena alla recinzione e prepararmi al loro assalto , perché io li ho abituati che con me si può saltare addosso e fare le feste, la loro gioia diventa la mia. Prima di entrare con la reflex per fare le foto passo solitamente un oretta a giocare con loro a far prendere confidenza ai cani che non conosco, a coccolarli e a raccogliere le pupu’ l’enorme quantità di pupu’. Questa volta ho riempito un secchio (credo pesasse intorno ai 13kg) , lo sbaglio che ho fatto è stato nel non indossare un paio di scarpe che ho tenuto appositamente ma uno che uso normalmente e ovviamente è finita che ho pestato svariati ricordino…  lo stesso giorno il mio moroso mi racconta di aver pestato mentre andava in ufficio la un pasticcino del suo cane e di dover essere tornato indietro a cambiarle…

Oggi lui ha comprato 3 gratta e vinci e me ne ha regalato uno, io non ho vinto ma lui ha vinto 30 € io in serata ho trovato a terra 1,40€ … ma i conti non mi tornano… pensavo che la quantità di fortuna andasse in base alla quantità di tortini al cioccolato pestati/spostati…. non è valido!

Programmiamo la mia “vacanza” in toscana con smarthbox.

In occasione del compleanno del mio moroso gli ho regalato uno smarthbox, conoscevo questa idea regalo perchè l’anno scorso i miei mi avevano regalato un pacchetto simile e ci eravamo trovati molto bene (se vuoi dai un occhio alla mia precedente esperienza La mia vacanza tra Parma, Mantova e Cremona). Nella struttura scelta ci siamo trovati benissimo avevamo dovuto solo aggiungere le tasse di soggiorno, e ci avevano anche offerto l’aperitivo di benvenuto, abbiamo trovato pulizia, cortesia, silenzio, insomma tutto quello che desideravamo.

Quest’anno siamo molto stanchi e probabilmente non avremo più possibilità di fermarci dal lavoro per molto tempo (se riuscirò a mandare in porto il progetto che ho avviato) per cui abbiamo deciso di aggiungere alle due notti comprese nel pacchetto altre due notti. La meta scelta per questo viaggio è stata la toscana, così ci siamo immersi nel sito di smarthbox, che però con nostro grande disappunto è più complesso di quanto ricordassimo, noi volevamo poter inserire la meta scelta (provincia o regione) e trovarci di fronte a una lista di strutture in quel luogo, purtroppo però non si può, le strutture di tutta italia escono assieme, e anche inserendo una parola chiave nella ricerca non siamo riusciti a trovare tutte le strutture inerenti, oltretutto puoi visionare questa lista solo utilizzando io codice presente all’interno del cofanetto quindi post acquisto. Abbiamo optato per contattare le strutture presenti nel libretto del cofanetto, però non sono tutte, e alcune regioni hanno solo un paio di strutture pubblicizzate, fortunatamente la toscana ne aveva svariate; ne abbiamo scelte due e contattate tramite mail. Una struttura ci ha risposto anche se non tempestivamente in maniera molto cortese che avevano disponibilità e ci hanno proposto un prezzo di favore per le notti aggiuntive, mentre l’altra struttura, ha trovato molti appigli per metterci supplementi e farci pagare cara la stanza (praticamente volevano scalate il costo del pacchetto al nostro soggiorno e farci comunque pagare un prezzo anche per le notti comprese, non mi dilungo troppo perchè prima contatteremo smarthbox per le lamentele) ma onestamente non so se utilizzeremo ancora in futuro questi cofanetti…

La struttura che abbiamo scelto è in provincia di Firenze, anche se in realtà è in mezzo alle montagne in un paesino disperso nel nulla in un luogo di pace e tranquillità.

Noi andremo dall’8 al 12 luglio, e stò cercando di documentarmi sulle feste e sulle manifestazioni che si svolgeranno in quel periodo , se posso cerco sempre di mangiare alle sagre locali!!

Programmi provvisori:

Considerando che andremo proprio dalle parti di Reggello, sapreste consigliarmi dove andare e cosa vedere? Mi piacerebbe anche sapere se fanno serate country…

Come si sono conosciuti i miei nonni

Questo post l’ho scritto traendo ispirazione dal racconto della mia nonna materna il 25 febbraio 2015, era nel mio vecchio blog e ho deciso di salvarlo e riproporvelo quì su wordpress, parla dell’incontro dei miei nonni e del inizio della loro storia d’amore.

Lo dedico a mio nonno che ci ha lasciati ormai da parecchi anni. 
 
A & B
 
Era Febbraio del 1956, A aveva 20 anni e lavorava per una famiglia come domestica. La Domenica pomeriggio solitamente andava a trovare i suoi genitori nel paesino d’origine.
Una domenica si recò a casa di sua cugina D per farsi accompagnare dalla famiglia ma lì incontrò il simpatico B. A  pensava fosse sposato e con un bimbo piccolo, ma in realtà quel bambino era suo nipotino.
Qualche giorno dopo il cugino di A la andò a trovare presso la famiglia per cui lavorava. Le aveva portato una lettera da parte di B, in quella lettera c’era un invito per andare a un “festino” organizzato a casa sua.
La domenica successiva arrivò in fretta, A e i suoi amici si divertirono molto. Purtroppo i bei momenti finiscono in fretta e A doveva rientrare a casa della famiglia per cui lavorava, B colse l’occasione,  si offrì di riaccompagnarla.
Cominciarono a frequentarsi, la domenica B andava in motorino a prenderla, A indossava collant sotto la gonna, e guanti corti, bianchi e in pizzo. I capelli acconciati con cura erano mossi e raccolti con una coda alta tenuti fermi da un nastro nero oppure blu scuro o marrone come voleva la moda dell’epoca. Al collo una collana con tre fili di perle di vetro.
Un anno dopo B le chiese di sposarla, ed è grazie a loro se io oggi sono quì a raccontarvi la loro storia che profuma di altri tempi.
Ho faticato molto o trovare la parte romantica del racconto perchè mia nonna è sempre in imbarazzo a raccontare fatti riguardanti la sua storia d’amore e si limita a dare le informazioni non raccontando mai dei sentimenti e delle emozioni che provava, però i suoi occhi durante il racconto brillavano.

Ledum palustre, un valido aiuto contro le zanzare?

Tutti gli anni vengo divorata dalle zanzare, mi pungono ovunque, facendomi ritrovare ricoperta di bozzoli rosati. Quest’anno mi hanno parlato di questi granuli omeopatici da far sciogliere lentamente sotto la lingua, che dovrebbero rendere sgradevole l’odore umano alle zanzare, facevano al caso mio!!

Ho acquistato due confezioni (con dosaggi diversi) e ho cominciato a prenderli, anche se con qualche difficoltà, vanno presi a stomaco vuoto, non si deve utilizzare cose a base di mentolo (neppure il dentifricio), vanno assunti 3 volte al giorno (3 granuli per assunzione) , ma purtroppo dopo 15 giorni di assunzione non ho avuto risultati positivi, con me non ha funzionato…mi chiedo perchè mi continuo ad ostinare a voler prendere gli omeopatici…

Voi li avete provati? avete avuto buoni risultati?

 

Come stai?

Onestamente non sono in grado di rispondere a questa domanda, sicuramente meglio, però stò mentendo a me stessa, mi sto raccontando che non ho paura e che sarà tutto facile, che il progetto che ho tra le mani si concluderà o meglio partirà dandomi grandi soddisfazioni . Voglio credere in questa favola, voglio che si avveri…

Sono anche molto arrabbiata con la gente, con la sua superficialità, la gente dovrebbe fermarsi e ragionare prima di compiere determinati passi sopratutto se le conseguenze coinvolgono altre persone, come nel caso della coppia che si separa e nessuno dei due vuole tenere il cane, un corso di due anni, perchè nessuno dei due vuole restare in quella casa, e allora disfiamoci del cane, per fortuna che dicevano di volergli bene… ora quel cane che fine farà? o seriamente paura finisca nelle mani sbagliate…

Sono molto arrabbiata con quella coppia che ha deciso di fare l’amore senza protezione nonostante stessero insieme da pochi mesi, da quella relazione è nato un bambino, peccato che non potessero permettersi di mantenerlo, così il fratello gli ha lasciato un appartamento e li ha aiutati economicamente, peccato che neppure un anno dopo abbiano deciso di fare un altro figlio e di sposarsi…tanto c’era chi gli copriva le spalle… ora hanno deciso di separarsi nonostante i bimbi siano ancora piccoli, e voi pensate che abbiano restituito l’appartamento al fratello? ma va, stanno facendo i separati in casa e lei si sta frequentando con un altro, poco importa se questo sta comportando che i bambini vengono trascurati dalla madre, poco importa se il fratello deve vivere in casa con i suoi perchè dovrebbe fare troppi sacrifici per prendersi un appartamento \casa…

Arrabbiata ecco come stò…

#globalRunningDay

Ho tentato di rebloggare un post di doodlemarti senza però riuscirci , maledetta app.

GLOBAL RUNNING DAY 2017

Ed è oggi!!! L’ho scoperto stamattina a colazione 🙂 Se no avrei fatto un post un pochino prima…ahahah, che tempismo! Ma c’é ancora tempo, siamo a metà giornata e tutti possono dare il loro contributo! Non serve correre una maratona, basta solo…correre!

Abbasso la pigrizia! E una volta che la corsa è fatta, è divertente aggiungerla al sito ufficiale per vedere quanti milioni di km in tutto il mondo verranno corsi oggi 🙂

Global Running Day

global-running-day-v1

Nel mio piccolo oggi ho dato un contributo con una corsa così composta: 2 km riscaldamento + 5 km veloci + 1 km defaticamento. Ho avuto la testa che aveva davvero bisogno di staccare. In effetti ho corso senza rendermene conto, dal gran che ero presa dai miei pensieri, come non mi accadeva da tanto. E’ stato bello, nel bosco bagnato dalle grandi piogge di ieri, ma col sole che cercava di filtrare fra i rami.

18839178_10212822001285921_5744174498109158450_n

Ho cercato anche di coinvolgere Kuro, che dall’alto del suo tiragraffi se la dormiva bene…si è concesso solo per un paio di selfie…non ho un cane, se no lo portavo a correre! Ma correre con un gatto…uhm…la vedo dura XD ahahah!

Buona giornata mondiale della corsa a tutti!!

 

Non mi sono potuta tirare indietro e ho partecipato anche io, anche se ho corso per solo 5 km.

Convivere o non convivere? questo è il dilemma

Sto vivendo in un periodo di confusione mentale, rispetto al mese scorso stò meglio, non ho più quel senso di “depressione” però stò lavorando per sistemare tutte quelle situazioni lasciate in sospeso. Non voglio apparire a chi mi legge come una perenne insoddisfatta, come una che non sa essere felice, il fatto è che ultimamente sto usando il blog per sfogarmi, per riflettere sui miei pensieri, ci sono volte in cui inizio a scrivere , vorrei vomitare sulla tastiera tutto ciò che ho dentro, ma non ci riesco perchè mi blocco quasi subito e così aumenta il caos nella mia mente.

L’altra sera sono uscita dopo cena con il mio moroso e una coppia di amici per una birra in compagnia. loro stanno insieme da un anno, sono andati a convivere poco dopo essersi conosciuti e qualche mese dopo hanno deciso di comprare casa assieme, scelta a mio parere molto azzardata, ma questo pensiero me lo sono tenuto per me.

Mi sono accorta che però a loro viene naturale dispensare consigli non richiesti, un episodio mi ha infastidito particolarmente, hanno tirato in ballo il discorso convivenza, secondo loro dovremmo andare a convivere, e per poterlo fare dovremmo essere disposti ad accettare molti compromessi come cambiare lavoro o affittare un appartamento perchè altrimenti non passiamo nella fase successiva della relazione e non avrebbe senso continuare  a stare assieme, perchè se non lo facciamo vuol dire che non ci amiamo (questo è il riassunto di un discorsone).

Premetto che abbiamo cercato di andare a convivere per un anno, senza però riuscire a trovare la casa dei nostri sogni. Il progetto era: il mio moroso acquistava la casa dei suoi sogni (che poi non è molto diversa da quella dei miei) e poi avremmo diviso le spese quotidiane, e questo per tutelare entrambi. Purtroppo non abbiamo trovato nessun casa che si avvicinasse a ciò che volevamo, oppure aveva prezzi inavvicinabili inoltre ho perso il lavoro e la casa che avevamo quasi acquistato si è rivelata una fregatura in quanto aveva in programma un esproprio del giardino da parte del comune per ingrandire l’incrocio. Così alla fine abbiamo deciso di accantonare l’idea della convivenza e io mi sarei concentrata sulla ricerca di un negozio per aprire la mia attività.

Abbiamo una visione molto diversa da quella dei nostri amici, non abbiamo fretta di fare le cose, non vogliamo sposarci ne avere figli e neppure vogliamo convivere a tutti i costi;  la relazione così come la stiamo vivendo ora a me piace molto, stiamo bene assieme, ci divertiamo con le piccole cose, abbiamo raggiunto un buon equilibrio e, andiamo d’accordo. Sicuramente mi piace l’idea di andare a convivere ma allo stesso tempo mi spaventa l’idea che il nostro rapporto possa cambiare in peggio. In passato ci sono state più occasioni in cui mi sono illusa, in cui credevo saremmo andati a convivere e ho paura che possa riaccadere. Ho anche avuto il dubbio che il mio moroso non desiderasse quanto me andare a convivere e forse è anche questo che mi ha fatto cambiare idea sulle mie priorità, a parole dice di si, e si è dato da fare a cercare casa, ma ho il sospetto che neppure lui sappia davvero cosa vuole.

Ora almeno so cosa voglio, qual’è la strada giusta da percorrere, voglio realizzarmi professionalmente, fare qualcosa che mi piaccia, che mi appaghi ed effettivamente sto lavorando per realizzare questo sogno. Sono conscia che se la questione lavoro andrà a buon fine poi non avrò la mente libera ne il tempo per potermi dedicare ad altro ne tantomeno le finanze per la vita in una nuova casa per un bel pezzo, ma questo non mi spaventa. Forse sono come la volpe e l’uva , forse sono abituata ad avere una vita che non realizza i miei sogni ed è per questo che ho imparato a chiudere sogni e fantasie in un cassetto, ed accontentarmi per una più banale e magari noiosa normalità.

Vorrei dire a voi che ci avete giudicato che non bisogna per forza convivere per essere una coppia stabile e felice, non bisogna per forza sposarsi ed avere dei figli, c’è chi sa apprezzare quello che ha, senza bisogno di rientrare in quella che secondo gli altri è normalità.Vi vorrei dire che forse la coppia meno stabile è la vostra, che forse tutta la fretta che ci avete messo per passare alla fase successiva della relazione è per “incastrare ” l’altro per paura che possa scappare. Non lo farò, non vi dirò nulla, non ho voglia di sfinirmi con discussioni di questo genere, vi auguro il meglio, spero solo che ora vi fermiate un attimo a riflettere prima di fare un figlio.

Cari blogger voi come la pensate? Secondo voi bisogna sul serio passare nelle fasi successive in una relazione? e quali sarebbero i tempi giusti? Voi siete tipi da compiere i passi all’interno di una relazione in fretta oppure vivete di più il momento senza troppi progetti?