Ho tentato più volte di scrivere…

Ultimamente avrei voluto scrivere un sacco di cose ma poi mi mancavano sempre le parole, l’entusiasmo, la voglia… Poi avevo solo voglia di stare zitta…

Tutta questa storia dell’Italia divisa in 3 colori mi sta stretta, e come durante il primo look down sono andata in crisi anche questa volta… Mi sento strana, non riesco a dare un nome ad emozioni e sentimenti, riconosco solo ansia, frustrazione, tristezza e delusione… Poi come per magia spuntano momenti in cui mi sento allegra a carica, così senza ragioni… Mi piacciono ma mi lasciano stranita…

Stavolta ho molta meno paura, ho meno paura di ammalarmi (anche se uso sempre la mascherina anche in presenza dei parenti più stretti e mi disinfetto sempre le mani), ho meno paura per il mio futuro (so che al momento non posso fare nulla se non attendere), ho meno paura della mia situazione economica, anche se è sempre più disastrosa ho una strana sensazione ottimistica. Non mi spaventa più la solitudine, non mi spaventa più il futuro.

Non vedo l’ora che sta situazione si stabilizzi perché devo andare avanti con la mia vita, devo ricostruirmi. Mi spaventa e non so che strade percorreró però so che devo trovare il coraggio di essere me stessa…

In questo momento difficile è finalmente arrivato un cane nella mia vita, nonostante sia faticoso, nonostante combini guai in continuazione, nonostante le notti in bianco… É la mia piccola felicità… L’unica cosa che spero con tutta me stessa è di riuscire a costruire un legame speciale… Vedremo se ci riusciamo a essere una cosa sola.

Vorrei tanto concentrarmi su dieta e sport ora che ne ho il tempo, ma faccio una estrema fatica a mantenere la rotta durante la quarantena… Vorrei riuscire a trovare nello sport la mia ancora di salvezza come in passato… Ma ora non ci riesco… La mia terapeuta sostiene che non è detto che una cosa che ci faceva stare bene nel passato o che ci aiutava a stare meglio oggi ci faccia lo stesso effetto, che è giusto cercarne altre.

E con l’insonnia che stranamente ogni tanto torna a farmi compagnia vi ste questi aggiornamenti confusi nel cuore della notte

Di sto covid non ne posso più

Se ne dicono tante, in continuazione, il tutto e il contrario di tutto… Non si sa chi ascoltare, chi seguire a chi dare retta… È pieno di controsensi. L’unica è affidarsi al buon senso.

Ora siamo entrati nel turbinio anche di eccesso di prudenza se vogliamo, di persone che avvisano che potrebbero essere state in contatto con altre persone che potrebbero essere positive… É il mondo dei potrebbe… Ma vogliamo parlare di tutte quelle persone con cui entriamo in contatto tutti i giorni che fanno enormi cavolate? Tipo la signora (meno di 40) tutta tirata a lustro probabilmente appena uscita dal l’ufficio che si reca al supermercato e abbassa la mascherina nel reparto ortofrutta per leccarsi le dita x aprire il guanto? Oppure vogliamo parlare di tutti i giovani che faticosamente gli insegnanti tengono a bada in classe per evitare abbiano contatti e poi escono a gruppi abbracciati senza mascherna assaggiando lo stesso trancio di pizza o passandosi la sigaretta? Ma poi la colpa sono i mezzi pubblici troppo carichi (che si indubbiamente sono un problema da risolvere).

Io uso guanti, mascherina e distanziamento sociale… Non invito più amici a casa se non in qualche rara occasione giusto una o due persone. Mi viene l’ansia all’idea di andare fuori a cena in un ristorante o a casa di altre persone e se posso declino gli inviti. Come domenica ho usato una scusa per non andare a pranzo da amici… Ma poi il mio compagno ci è andato, e andato a mangiare la pizza con quegli altri amici… E io mi dico… Quindi tutti i miei sforzi sono vani…

Mi sento frustrata, tengo la mascherina anche più del necessario, però poi mi chiedo, ma sarà davvero sufficiente? Sicuramente fa qualcosa, ma quanto mi protegge in realtà?

Normalmente non sono così fobica, sono sempre stata attenta all’igiene però ora lo sono di più… Non ho mai amato stare in mezzo alla troppa gente, ma ora mi infastidisce proprio… Sto virus io l’ho detto che ci avrebbe cambiato in peggio… E così è stato…

Scusate lo sfogo, oggi non mi sento troppo positiva… L’unica cosa che realmente mi sta insegnando è ad amare maggiormente il tempo che passo con me stessa…

In attesa di una nuova me

Vorrei scrivere di più, vorrei essere più presente nel blog, perché questo è un po’ il mio posto… Mi piacerebbe che non fosse solo virtuale, mi piacerebbe avere un posto mio, un rifugio in cui poter andare quando sono giù, quando sono felice, quando voglio stare sola con me…

La mia vita sta cambiando, io sto cambiando (o perlomeno lo spero) voglio una me diversa al termine di questa esperienza, voglio poter dire che questo 2019/2020 non è solo stato un anno difficile ma che è stato un anno difficile che mi ha portato a costruire una nuova me…

Ho alcune novità in programma, ho un opportunità di lavoro fino a fine anno e poi ne ho una diversa per il prossimo, non so se andranno come spero però per una volta ho deciso di essere positiva ed illudermi… Dirmi vedrai che andrà tutto bene, vedrai che è arrivato il tuo momento di stare meglio…

Una boccata di aria

In queste settimane ho avuto qualche accenno a belle notizie, ho per ora molta paura a cantare vittoria però mi hanno permesso di sentirmi nuovamente viva.

Ho preso del tempo per me e ho fatto delle piccole gite in solitaria. Ho ricominciato a leggere dopo che una conoscete mi ha spinto a farlo e ritrovarmi a sfogliare le pagine che profumano di carta mi fanno tornare dei ricordi e un senso di appartenenza, mi sento a casa.

Ho anche ripreso a fare sport, mi sono data alla bicicletta in solitaria. Ho ascoltato il consiglio della mia psicologa che mi diceva di smettere di correre per ora dato che avevo avuto diversi attacchi di panico mentre correvo e questo peggiorava la mia insicurezza. Per ora sembra mi stia facendo bene, sperando diventi una passione. Ho anche ripreso a tirare con l’arco ( non lo facevo da due anni e mezzo).

Forse ci saranno anche novità per il mio futuro lavorativo, ma per ora è tutto molto inverto quindi non canto vittoria. Ed infine credo proprio che entro qualche mese prenderò un altro cane, questo dovrebbe aiutarmi molto anche a superare le insicurezze e i periodi bui, sperando non mi provochi troppi attacchi di panico quando arriverà

E anche oggi

Non riesco a capire cosa ho in testa, cosa si è rotto…

Anche oggi sto combattendo contro l’ansia che apparentemente non ha ragioni di esserci… Sta notte mi sono svegliata convinta che il cuscino non fosse il mio (è il mio da una decina d’anni, l’ho sempre portato con me in tutti i traslochi) , non capivo dove mi trovavo…

Mi sono riaddormentata a fatica e poco dopo risvegliata nella situazione precedente… Ed è iniziata la mia nottata di ansia, in cui ho fatto solo qualche pisolino… Mi sono alzata accompagnata dall’ansia, alla fine ho ceduto e ho preso metà dose delle gocce che mi hanno prescritto per i momenti in cui l’ansia è molto alta… Ma non hanno fatto nulla (probabilmente la dose era troppo bassa)… La mattina è proseguita così, con il desidero di piangere. Poi l’ansia è scesa (grazie anche a una telefonata a una amica) ed ora aspetto apatica… Senza voglia di fare nulla che ritorni, perché ora temo farà la sua comparsa verso sera come ieri… Ora vorrei dormire, ma so che se lo facessi passerei un altra nottata in bianco…

Sono un dramma di me

La mia vita non gira come dovrebbe e parte della causa sono io… Ora non dico che si fosse sistemata, e sapevo fosse una situazione provvisoria… Però, che cavolo, io vado in crisi apparentemente per nulla… Sta notte ho cominciato ad avere attacchi d’ansia e proseguono tutt’oggi, il mio umore non si raddrizza e ovviamente questo mi manda più in crisi.

Mi chiedo se cambierò mai, se starò bene, se un giorno smetterò di essere così… Ho sempre più dubbi… Mi chiedo se non sia il caso di prendere psicofarmaci… Io sono di base contraria… Ma vivere così… Che senso ha?!

Quando un amico…

Avevo un amico da parecchi anni, ma tutte le volte che trovava la morosa lui spariva… Ed è successo anche stavolta… Mentre quando era single era iper presente nella mia vita, messaggi e chiamate quotidianamente, si usciva talvolta anche da soli. Un amicizia di quelle pure, mai un fraintendimento, mai allusioni sessuali… Per me era il fratello che non avevo…

Non riesco proprio a capire perché quando trova la ragazza si stacca così dalla compagnia ma soprattutto da me. Non mi scrive più, non mi chiama, se lo cerco io mi risponde uno o due giorni dopo… Ho provato a parlargli e dice che è molto preso dal lavoro, ma è palese che la causa non sia quella…

Per sbaglio qualche giorno fa vengo a sapere da altre persone che stanno cercando casa e che vorrebbero sposarsi… È partita la delusione, mi aspettavo me lo avrebbero detto loro, considerando che mi ha sempre chiamato comare (testimone di nozze)…

Non lo so… Per me è il segnale di un amicizia finita… Voi cosa ne pensate? Vi è mai capitato qualcosa di simile?

😔

Ma perché tutte le volte che assaporo un po’ di felicità poi devo ricrollare in questo stato…

Perché non posso essere felice? Perché non può girare x il verso giusto?

Fanculo al karma non esiste, fanculo la ruota gira per tutti, fanculo il abbi pazienza andranno bene anche per te le cose

Fanculo a me e al mio carattere…

In pausa di vita

Non ho abbandonato il blog, avrei spesso voglia di scrivere ma non trovo le parole per farlo, la mia vita al momento è un caos, qualsiasi direzione prenda vengo assalita dagli attacchi di panico e ansia… Quindi butterei solo idee confuse che il giorno dopo ritratterei…

Spero di riprendere a scrivere in maniera costante al più presto e che sia sintomo della giusta direzione che ha preso la mia vita.

Ormai sto vivendo talmente in una situazione assurda che non sento nemmeno più il bisogno di ballare, di vedere gli amici di riabbracciarli, mi bastano i messaggi e una videochiamata la settimana… E per i momenti di crisi ci sono le telefonate…

In questo momento anche correre non mi va, dopo aver ripreso con soddisfazione sono nuovamente in stasi… Certo il tempo di questi ultimi giorni non aiuta…

Una cosa però mi sto godendo, i bambini che incrocio quando vado a correre o camminare. Mi sorridono, alzano le manine per salutarmi. Sebbene siano perfetti estranei e io corra con una fascia scaldacollo nera che mi copre quasi tutto il viso non sono spaventati, loro sorridono e salutano ignari di tutto

Andrà tutto male

Sono sparita dal blog perché sto vivendo una sorta di limbo…la mia vita non va bene e non so cosa fare per aggiustarla… Non vedo un futuro… Vivo così perché al momento non posso farci nulla… Ma questo non è vivere ma sopravvivere