Ieri sera

Sono uscita a passeggio con il cane del mio compagno, avevo bisogno di sgranchirmi un po’ dato che ultimamente faccio davvero poca attività fisica.

Trovo strana le temperatura di ieri, era parecchio afoso e ho cercato di iniziare la passeggiata facendo il giro lungo il tratto più verde in cui la strada è affiancata dai giardini delle case, dalla ferrovia e da un po’ di verde pubblico incolto. Passeggiando mi sono ritrovata in una strada che stanno sistemando che era totalmente al buio, ho dovuto accendere la torcia del cellulare perché la lucetta che è appesa al guinzaglio del cane (di quelle a LED in silicone nate per le biciclette) non iusciva a illuminare abbastanza la strada davanti a noi. Nei tratti in cui passavo sopra i fiumiciattoli c’era quasi freddo, mentre una volta arrivate nel centro storico c’era un caldo insopportabile, mi sono ritrovata a trascinare il cane perché si rifiutava di camminare nonostante l’avessi portata a rinfrescarsi elle risorgive.

Mi verrebbe voglia di non portare più i cani a passeggio, lei fa sempre mille storie se si cammina in centro, non gli piace ma di certo non posso portarla la sera a passeggio nel verde con il buio. Mentre il mio cane che è più vecchietta ha difficoltà a muovorsi con il buio perché non ci vede, inoltre ha problemi alle ginocchia per cui non posso trascnarla in queste mie camminate serali. Avere un cane con me mi fa sentire più sicura, anche se sono totalmente innoque. Io passeggio principalmente in posti frequentati, in particolare ieri sera era pieno di persone a passeggio, intere famiglie, anziani con il cagnolino, donne in tenuta sportiva… Però ogni tanto cambio direzione per ricercare un po’ di tranquillità e ammetto di non riuscire a sentirmi sicura. Sebbene io viva in una cittadina tranquilla non posso dire che non accadrebbe mai nulla.

Mi rattrista pensare che una donna non possa andare a passeggio da sola che debba sempre guardarsi le spalle. Ma nonostante questo continuo a essere contraria a quella sorta di liberalizzazione delle armi per difesa personale che qualcuno vorrebbe. Più armi non vuol dire più sicurezza ma più pericoli. Non tutti quelli hanno voglia di difendersi avrebbero la mente abbastanza lucida, il rischio sarebbe di ritrovarsi gente che spara a caso perché spaventata. Inoltre sono convinta che anche i delinquenti avrebbero più facilità a reperire le armi. Io vorrei più forze dell’ordine a vegliare su di noi, e con un equipaggiamento migliore e più libertà di intervenire, purtroppo però in Italia si preferisce impiegare i vigili per far attraversare la strada ai ragazzi fuori da scuola anziché farli girare nel giorno di mercato per controllare i piccoli furti o la sera nei centri storici. Per ammortizzare i costi dovrebbero essere un po’ più severi e multare tutte quelle persone che parcheggiano nei posti per i disabili o quelli che non raccolgono i bisogni dei cani.

Ok lo so… La mia è utopia vorrei un mondo migliore ma so che può solo peggiorare.

Annunci

Calzettoni

Negli ultimi giorni ho incontrato vari ragazzini che indossavano i pantaloni corti ma la cosa strana è che indossavano i calzettoni alti… Ma sul serio è una una nuova moda?!? Aggiornatemi

Ps. Questa settimana ho visto le prime lucciole! Ora aspetto i maggiolini!

Un popolo di tuttologhi

In questi giorni post elezioni c’è chi festeggia e chi si indigna, ci sta, siamo in molti e tutti con idee diverse. Non vi preoccupate non vi sparero’ un monologo sulla politica, argomento di cui non parlo volentieri (in realtà non c’è una figura politica che mi piaccia al 100%). Quello che mi sconcerta sono le persone come se la prendono come danno degli ignoranti con tanta facilità, come discutono in maniera aggressiva… Ma sul serio credete così tanto a ciò che vi raccontano quei personaggi (indistintamente di destra o sinistra che siano)? Sul serio pensate di conoscere la situazione politica fino in fondo?

Altro argomento molto discusso è got (the game of thrones), io non l’ho voluto vedere fin dall’inizio, avevo capito come sarebbe andata a finire (troppe stagioni, ed esagerazioni per portare avanti la serie). Ho letto commenti di persone disperate, persone che spoilerano, persone che diventano iper aggressive e offensive se venivano a scoprire qualche spoiler, che gente che è arrivata ad augurare la morte ad altri… Io capisco tutto ma prendersela così mi pare eccessivo.

L’Alabama dice no all’aborto… Segno di civiltà o inciviltà?

Oggi è stata approvata dai reppubblicani una legge in Alabama in base alla quale è proibito l’aborto anche in caso di stupro, viene solo concesso in caso che la vita della madre sia a rischio.

Ho già parlato in passato dell’aborto, ho detto più volte di esserne totalmente a favore, non perché penso sia una cosa da prendere con leggerezza o come metodo contraccettivo, ma perché credo che il benessere psicofisico del futuro nascituro e della mamma debbano essere messi al primo posto. Se una donna non è pronta a diventare madre difficilmente sarà una buona mamma portando delle conseguenze non piccole l bambino in questione.

Ho sempre sostenuto il diritto di scelta della donna ma allo stesso tempo il diritto di scelta dell’uomo. Se un futuro padre non vuole assumersi questa responsabilità dovrebbe poter avere il diritto di scegliere di non riconoscere il figlio, ovviamente la scelta dovrebbe essere fatta a monte e non cambiare idea durante il percorso…

Io credo che un bambino sia più felice anche solo con un genitore che lo ama piuttosto che con due non presenti.

Ovviamente nel 2019 dovremmo tutti pensare a tutelarci da gravidanze indesiderate e da malattie, perché non scordiamoci che c’è questo enorme pericolo. Però talvolta qualcosa va storto e si può incappare nella possibilità di una gravidanza.

Io non voglio nemmeno immaginare quello che sono costrette a sopportare le donne in alabama, dopo che hanno subito uno stupro che le ha rovinato la vita si ritrovano a dovre fare le mamme del frutto del loro carnefice. In alcuni casi ci sono donne che riescono alla perfezione a calarsi nel ruolo di madri… Ma le altre? E i figli cosa saranno costretti a subire…

Molti si riempiono la bocca con la parola adozione… Neanche che fosse facile essere figli adottivi, neanche che un figlio adottivo non ne portasse le conseguenze… Neanche che adottare un bambino fosse facile… Neanche che tutte le coppie adottive fossero stabili…

Voi come la pensate?

Nipoti

Mi riempie di tristezza vedere i miei nipotini in foto con la mamma e il nuovo compagno che giocano alla famiglia felice. Mi fa tristezza leggere ciò che posta la mia ex cognata, parole piene di amore e di K nei social.

Sono contenta che si rifaccia una vita, quel che temo è la stabilità psicologica dei piccoli. So che in ogni separazione quelli che ne fanno le spese sono i bambini ma è più doloroso se a quei bambini vuoi bene… Temo non sia stato messo il loro benessere al primo posto

Lacrime di coccodrillo

So che sono una voce fuori dal coro, mi pare stiamo un po’ esagerando però con questo fatto dell’incendio alla cattedrale Francese. Premetto non è che mi faccia piacere l’accaduto ci mancherebbe, però davvero siete così commossi e disperati? O tra un mese e ne sarete totalmente scordati?

Mi sembra ci sia molta ipocrisia, tutti pronti a postare sui social loro foto davanti alla cattedrale, disegni fatti per l’occasione… Per non parlare di tutti quelli che hanno postato foto e disegni di altri senza nemmeno taggarli. É tutto il giorno che alla radio parlano solo di questo. Ma non ho mai sentito ricordare da quasi nessuno che in realtà la cattedrale era già stata distrutta da un incendio e ricostruita. Ho sentito addirittura gente accusare la disney, altri dire che hanno predetto il futuro… Maaa prima di piangere per qualcosa cercate almeno di studiare la storia, non che io sia particolarmente colta ma appunto, pure io lo so…

Non è una cosa bella, ma tutte le opere all’interno sono state portate al sicuro e non ci sono (fortunatamente) vittime e credo sia la cosa più importante.

Tutti pronti a fare una gara di solidarietà, benvenga, ma invece di farlo solo in queste occasioni ricordatevi che il vostro vicino potrebbe non potersi permettere la protesi alla gamba, e il dirimpettaio con gravissimi problemi di salute vive recluso in casa perché non si può permettere un montascale… Questi non sono racconti inventati ci sono davvero persone in questa situazione che vivono dimenticati dagli altri… Magari quando avete finito di piangere per un monumento cominciate a rendervi utili concretamente andando a fare del volontariato in casa riposo o al canile (Ps. Anche se non lo dico non significa che io non lo faccia, ho fatto entrambi le cose, e ne ho tratto pure dei grandi vantaggi a livello emotivo da queste esperienze)

In down é la gente e non i social

Da qualche ora pare che Facebook, Instagram e WhatsApp abbiano problemi. Io non me ne ero accorta, posso benissimo vivere senza social nonostante io li uso parecchio. Per me non è un problema stare una sera disconnessa dal mondo, ma pare che ci siano un sacco di persone molto innervosite e scocciate per questo fatto. Onestamente mi sono accorta che fb non funzionava perché utilizzando friendz quell’app che fa guadagnare attraverso le foto (ora l’ho semplificata molto) non ho potuto pubblicare una foto richiesta dall’app. Questo fatto mi scoccia ma non cadro’ di certo in depressione per questo. Mentre cercavo di capire dove era il problema leggevo i post dei miei contatti e sembra che molti di loro siano in astinenza da social, ho letto anche dei commenti non troppo buoni nei confronti di Zuckerberg.

Voi siete in astinenza da social?

Ps installate Telegram che non va in down spesso quanto WhatsApp, funziona allo stesso modo ed è gratuito… E ci sono degli stickers simpaticissimi

Non ho ciò che vorrei

Questo è un post triste, dettato dal mio umore in questo momento. Oggi è stata una giornata pesante, una di quelle che sembra siano formate da 48 ore. Solitamente mi lamento di non avere abbastanza tempo, di avere troppe cose da fare, invece sta sera sembrava non voler arrivare.

La mia vita così com’è non mi piace, é fatta di troppi doveri… Ed è a causa di quei doveri che mi ritrovo seduta sul divano con un cane che russa sul suo cuscinone quì vicino e l’altra che mi tormenta per avere mie attenzioni… Per quanto la adoro oggi non sopporto neppure lei… In fondo è stata colpa sua se è iniziata male la giornata, sta mattina mi ha combinato un grosso malanno, e non me ne sarei nemmeno accorta se non mi avesse guardato con quella espressione colpevole che mi ha spinto a guardarmi attorno per capire che stava succedendo. Poi le cose una dietro al altra non sono state piacevoli.

Sono seduta sul divano cercando di seguire un film su Netflix, ma sono troppo stanca e nervosa per capire che succede ai personaggi. Così dopo aver bloccato la tv mi godo il silenzio, che mi permette di capire che succede nelle case dei vicini. Il ragazzo che vive solo al piano superiore è appena uscito, era a casa con un amico, e parlava ad alta voce sulle scale del condominio, credo fosse in ritardo per un appuntamento… o almeno credo, sto provando a riconoscere le voci e ricreare le loro vite, è un gioco che mi piace fare. Gli inquilini sopra hanno ospiti, sento le loro voci, le sedie che si spostano e le risate.

Ed ora tutto tace, solo il rumore del treno in lontananza e il cane che russa… Ora vi devo lasciare il cane tormentono ora mi chiede di uscire… Devo solo convincermi ad abbandonare la mia postazione sul divano sotto la copertina con l’unicorno che mangia biscotti

Statistiche 2019 , riepilogo dei primi mesi e ricerche buffe

Amo andare a sbirciare le statistiche del mio blog, nonostante io non punti a diventare una blogger famosa, sopratutto con questo blog che voglio resti nel anonimato per potermi permettere di scrivere tutto quello che penso mi fa piacere sapere in quanti mi leggono, mi spiace solo che  non lascino tutti un loro pensiero, un saluto, insomma qualche tracci del loro passaggio, sapere se il mio blog gli è piaciuto oppure no, se hanno trovato l’articolo interessante, se ci sono capitati per sbaglio e in realtà cercavano tutt’altro…

Proprio per le ragioni sopracitate adoro guardare i termini di ricerca che hanno condotto al mio blog, vi riassumerò i più significativi

  • 100 cose da fare nella vita – pare essere l’articolo e la pagina che interessano di più, è il più letto e il più cercato, mi dispiace solo nessuno lo commenti, anzi, se non lo avete ancora letto e volete darci un occhiata e dirmi la vostra ne sarei felice.
  • fiori australiani chi li ha provati –è una altra voce molto ricercata, ecco, ve lo dico quì in breve, no, non hanno funzionato ne con me ne con il mio cane
  • sesso contiviso- … ehmm non so come siano arrivati al mio blog con questo termine di ricerca…non ho mai parlato di sesso conTiviso… e non so nemmeno che sia…contano i nei sul viso del proprio partner mentre fanno sesso? bhe se qualcuno sa di cosa si tratta è pregato di informare anche me! grazie
  • forzare la fidanzata a convivere- si qualcuno ha cercato anche questo, non so se il caro amico\a cercasse un modo per convincere la propria partner a convivere con lui, ecco caro amico , ti informo che non è una buona idea, lasciagli i suoi tempi altrimenti potresti seriamente mettere in crisi il vostro rapporto.

Sono femmina ma non femminista

Non mi piace il femminismo , credo non mi sia mai piaciuto. Del resto non amo gli estremismi, non credo che tutto debba per forza essere bianco o nero, nel mezzo ci sono un sacco di sfumature di grigio.

Un pò di tempo fa mi sono ritrovata a fare una civile discussione su facebook con una ragazza che non conosco ma che aveva commentato proprio come me un post pubblico. Lei era una femminista convinta mentre io… bhe non lo so come definirmi, ho semplicemente le mie idee.

Credo uomini e donne siano diversi, che la natura per qualche strana ragione abbia voluto fare in modo che potessimo completarci a vicenda. Noi donne dobbiamo affrontare tutti i mesi le mestruazioni, con tutte le scocciature che comportano. Gli uomini mediamente sono fisicamente più prestanti (solitamente hanno più forza fisica anche se ovviamente esistono le eccezioni) . Credo che entrambi i sessi abbiano pari diritti e doversi, un sesso non è migliore del altro, la possibilità di trovare lavoro dovrebbe essere la stessa e così anche gli stipendi e la possibilità di fare carriera. Però davvero lo vedo tutti i giorni molto spesso cadiamo negli stereotipi, le donne si innamorano molto più facilmente, si illudono, sognano, desiderano portare lo sbrilluccico al dito , gli uomini amano stare tra di loro, fare serate a tema birra e rutto libero, parlare di motori e calcio.

Si lo so cosa state pensando, stò generalizzando, ci sono uomini che non amano il calcio, donne che fanno i carrozzieri  però sul serio quante donne conoscete che amano i motori? e quanti uomini che si fanno il pilling al viso?

Sono del idea che uomini e donne in casa dovrebbero aiutarsi e essere in grado di fare tutto in autonomia, maaa sul serio è davvero così? io in tutta onesta se mi si pianta il pc non so che fare se non  chiamare il mio compagno a soccorrermi, sono però in grado di verniciare i balocconi, avvitare una vite, montare uno sgabello ikea ecc Lui è perfettamente in grado di mandare avanti la casa , ma non chiedetegli di cucire o di stirare, e in tutta onestà non mi fido nemmeno troppo a fargli fare le lavatrici, è molto bravo a stenderle però . (Meglio non chiedere neppure a me di cucire, sono negata)

Perchè a tutti i costi dobbiamo essere uguali ed intercambiabili ? non sarebbe meglio saper fare cose diverse ed incastrare le nostre abilità come un puzzle? Non possiamo lasciare alle donne il piacere di guardare i film sdolcinati senza essere accusati di sessismo?

Voi come la pensate in proposito a questo delicato tema?