Il frullatore di emozioni.

Visto che titolo poetico che vi ho trovato alle 5,50 di mattina?Svegliarsi di sopportare con il batticuore perché credevo di non aver messo la sveglia, è questo il modo in cui mi sono svegliata questa mattina. In realtà questo è un po’ il tema che sta caratterizzando la mia vita, mi sento in trappola in un frullatore. Fatico a capire le mie emozioni, non so cosa voglio, sono sempre di corsa ma non concludo nulla e soprattutto non ho più spazio per me, per le mie passioni e ammetto di essere anche poco ispirata, di avere poca voglia di coltivarle…

Sono a dieta, e questo mi fa sentire frustrata, non tanto perché non posso mangiare cio’ che voglio, quanto perché mi impedisce di uscire, perché diciamocelo la cucina è un po’ cio che ci lega tra di noi. Gli inviti degli amici implicano sempre qualche cena fuori casa e questo mi sta portando un po’ a isolarmi… ieri sera ho sgarrato, desideravo stare con gli amici, e desideravo un hamburger, erano giorni che volevo addentarmi un bel panino, e mi sono bevuta pure due birrette e mangiato il dolce, ora ho paura di pesarmi… lunedì sera si replica, ho una cena con un amica che ho spostato troppe volte e non posso dirgli ancora di no, perché poi pensa che non voglio uscire con lei. Da una parte ho bisogno di queste distrazioni, dall’altra mi scoccia, proprio ora che cominciavo a vedere risultati, anche se ho perso solo 2,5kg si vedono, erano tutti piazzati sulla pancia… riuscissi a perderne altrettanti sarai felicissima, ma mi basterebbe perdere un altro 1,5 kg per sentirmi bella, per avere un fisico che mi appartiene. Molti mi dicono che sono esagerata, ma io credo sia indispensabile piacersi .

L’alopecia areata mi sta nuovamente dando problemi, anche se per ora riesco ancora a mentire a me stessa fingendo che non me ne importi.

Ora che la convivenza con il mio moroso si sta facendo più reale, mancano solo tre mesi, ho sempre più paura che possa succedere qualcosa che la farà ancora saltare, e io non ho proprio la forza di sopportare un altra delusione. Allo stesso tempo cominciano le ansie e le paure, la convivenza potrebbe rovinare l’equilibrio che abbiamo raggiunto, ed è questa la ragione per cui io volevo andare a convivere 2 anni fa, era il periodo perfetto , era da abbastanza che stavamo insieme ma non avevamo ancora raggiunto le nostre abitudini ed equilibri, temo la lite per un calzino lasciato fuori posto…

Ora in mezzo a questi deliri mattutini vi saluto, è giunto il momento di alzarmi per iniziare un altra giornata…

5 comments

  1. laurettafilippi · aprile 7, 2018

    Tutti i nuovi inizi comportano uno stravolgimento di mille cose😆 abitudini, dieta, orari, idee… Ma anche emozioni bellissime!!

    Piace a 1 persona

  2. alemarcotti · aprile 7, 2018

    Buona giornata😀

    Piace a 1 persona

  3. Emozioni · aprile 7, 2018

    E meno male che esistono le emozioni !
    La paura fa parte del quotidiano, spesso.
    Un colloquio di lavoro. Un esame. Il figlio che ha un importante verifica. La convivenza.
    Nessuno ne è immune.
    E qui, entra in ballo, il nostro coraggio.
    Quello che fa tremare le gambe ed anche i pensieri. Cosa fare? Come farò se va male? Chi me lo ha fatto fare?
    Un labirinto nel quale rischiamo di perderci…
    Diventa così necessario, convogliare i pensieri verso percorsi più ottimali.
    Beh, se non ci riuscirò, non sarà la fine del mondo.
    Beh, ci ho provato, ritenterò.
    E se invece andasse tutto bene?
    Nutri i sentimenti positivi. Essi, daranno da mangiare alla speranza.
    💪🏻😘

    Piace a 2 people

  4. Mariantonietta · aprile 7, 2018

    sei in una fase di cambiamento, prima o poi tocca a tutti attraversarla. Non preoccuparti, andrà tutto bene, vedrai!

    Piace a 1 persona

  5. Menti Vagabonde · aprile 9, 2018

    Forza, non bisogna fasciarsi la testa prima di rompersela! Le convivenze sono fatte anche di litigi per un calzino, ma è vita vera! Non fiction! P.S. Viva le cene con gli amici, basta scegliere qualcosa di leggero e bere acqua 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...