#noHalloween

Su facebook una mia conoscente ha contiviso un post della pagina Papa Francesco, “dedicato” ad Halloween. Premesso che non so con certezza da chi sia gestita la pagina, ma presumo non sia quella ufficiale non avendo “la spunta blù” e di pagine a lui dedicate se ne contano moltissime. Il post in questione è questo:

 

IMG_0651foto 2

Questo è lo screen fatto con il mio cellulare, ho rimosso solo il nome della persona che lo aveva condiviso per non avere problemi di privacy.

La cosa che mi lascia stupefatta è che

-7,8mila hanno messo “mi piace”

-424 hanno messo il cuoricino

-95 la faccia che ride

-6 la faccia arrabbiata

-la faccia che piange

Quindi la maggior parte si trova d’accordo con il post…

Vorrei precisare che la festa di Halloween ha origini più antiche rispetto a quella di ognisanti, quindi teoricamente è stato il protestantesimo a “rubare” il posto sul calendario ad Halloween, ci sono varie teorie sul origine della festività, per documentarci vi consiglio di andare a sbirciare su wikipedia

Secondo alcune confessioni Cristiane Halloween è legato alla stregoneria, alla magia e al satnismo, però pare che la tradizione di mascherarsi risalga al medioevo, in cui la genete povera andava il 1°novembre porta a porta a chiedere cibo in cambio di preghiere per i defunti.

Non vi dico le polemiche che si sono scatenate in quel post, alcune persone hanno cercato di spiegare in maniera pacata che le origini e il significato sono ben diversi da quello che loro sostengono ma senza ottenere ascolto. A me fanno un pò pena i figli delle persone così ottuse (e non parlo solo di religione) che vogliono vedere il male e lo sbagliato ovunque. Personalemte festeggio anche tradizioni non italiane, come appunto Halloween, e il 4 Luglio. Non ho trovato queste festività un occasione per ubriacarsi o fare danni, non più di un qualsiasi sabato sera, anzi proprio perchè ci sono maggiori controlli le persone si “contengono”.

Non credo che divertirsi e fare festa siano mal visti dalla religione, o che faccia male a qualcuno e credo che sopratutto in questi periodi ci sia bisogno di sdrammatizzare la difficile realtà di tutti i giorni. In tutta onestà trovo più ipocrito sposarsi in chiesa se non si è realmente credenti (ma solo di facciata), o il modo consumistico di festeggiare il Natale, di cui si è perso ogni significato, ormai si bada più all’apparenza, ai regali che allo stare in famiglia e con le persone a cui si vuole bene.

 

13 comments

  1. Luca · ottobre 26, 2017

    Non mi è mai piaciuta questa festa… buon pomeriggio! 😉

    Piace a 1 persona

  2. 76sanfermo · ottobre 26, 2017

    non so se il Papa abbia il tempo e la voglia di occuparsi di Halloween , di S. Valentino e di altre festività ,da noi per molti anni ignorate , ma presenti in altre culture da sempre….

    A me non va che qui da noi ci siano gli sfegatati che festeggiano e inneggiano a queste ricorrenze , o i contrari ad oltranza , che le demonizzano ferocemente ….

    Neutralità ‘ , no?

    A me non piace Halloween ,senza sapere bene il perché’ , e non lo festeggio ……Chi mi obbliga?
    Ma chi vuole far festa ,che la faccia…

    Piace a 1 persona

    • Hadley · ottobre 26, 2017

      Infatti non si è obbligati a festeggiare, se non piace (per varie ragioni) basta ignorarla

      "Mi piace"

  3. kikkakonekka · ottobre 26, 2017

    Personalmente sono abbastanza indifferente a questa festa, ma d’altronde io lo sono anche verso il carnevale che non ho mai sopportato (a parte le frittelle allo zabaione).

    Piace a 1 persona

  4. ciliegina · ottobre 26, 2017

    Anche a me non piace come festa, mi irrita ma il problema è che non so il perché 🤣🤣🤣

    Piace a 2 people

  5. Aida · ottobre 26, 2017

    Sinceramente non amo particolarmente la festa per il suo significato attuale che richiede di travestirsi di streghe e stregoni andando a zonzo per la città Non la amo particolarmente perché nei secoli precedenti le streghe venivano bruciate con tutto ciò che seguiva alle torture e alle umiliazioni.
    Però, in molte regioni d’Italia, la notte fra il 31 e il primo novembre si celebrano i morti realizzando dolci e portandoli ai bambini, proprio come se ci si trovasse all’epifania. Ad esempio, in Calabria, esiste una tradizione secondo cui i dolcetti lasciati sul comodino dei bambini rappresentano piccoli doni portati dai cari defunti. Può essere una nonna, una zia, o chiunque ma il gesto serve a far capire ai più piccoli la necessità di rispettare i morti e di capire che loro hanno un significato preponderante anche per noi che siamo in vita. Sotto questo aspetto ho festeggiato il 31 ottobre ogni anno, e aspetto con voglia l’arrivo della cioccolata!

    Piace a 2 people

  6. Gintoki · ottobre 26, 2017

    La festa mi lascia indifferente ma le campagne di demonizzazione (è il caso di dirlo) di essa le trovo abbastanza nauseanti.

    Piace a 1 persona

  7. Demonio · ottobre 30, 2017

    Discutere con i pasdaran di ogni fede è sempre una causa persa!😃A me fa sorridere il fatto che in questi post vengano sempre citate le frasi che fanno comodo ma mai quelle scomode della stessa Bibbia che invita al genocidio di altri popoli ad esempio!Uno dei grandi problemi dell’umanità, festa a parte è sempre la trave che acceca l’occhio di molti,pronti a demonizzare tutto ciò che non gli aggrada senza minimamente porsi domande!

    Piace a 1 persona

  8. Paroledipaola · novembre 2, 2017

    👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏grazie!!!!! Post fantastico che condivido. Tutto. Paola🌹🌹🌹🌹🌹

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...