Nuova rubrica librosa

Ho deciso di aprire una nuova rubrica nel mio blog, quella dedicata ai libri che leggo. Mi servirà sia per tenere il conto di quanti libri leggerò quest’anno sia per scambiare opinioni e consigli, spero solo riuscirò a essere costante riportarli tutti. Vi preavviso che saranno quasi tutti romanzi leggeri, dato che fatico a prendere sonno la sera leggere libri poco impegnativi è il sistema migliore per evitare di diventare matta a furia di contare pecore.

 

  • Il primo libro  che ho letto quest anno è stato : Amore zucchero e cannella pubblicato da Newton Compton Editori, 2012 (348 pagine) di Amy Bratley, questa è la trama riportata nel romanzo:
Juliet aspetta da una vita questo momento. Finalmente una casa da dividere con Simon, un vero e proprio nido d’amore pieno di piante di cui prendersi cura e invaso da profumi di torte appena sfornate. Ma il sogno è destinato a svanire: la prima notte nel nuovo appartamento, Juliet scopre che Simon l’ha tradita con la sua migliore amica. Il suo cuore è a pezzi, il dolore insopportabile, quella casa tanto desiderata d’improvviso è ostile. Niente pare esserle d’aiuto. Finché un giorno, rovistando tra le scatole ancora da aprire, Juliet s’imbatte nei vecchi libri della dolce nonna Violet, con cui è cresciuta dopo che la madre l’ha abbandonata. In quelle pagine ingiallite, ricche di preziosi consigli e piene di appunti, Juliet sembra trovare il conforto di cui è in cerca: forse lì c’è quel che serve per tornare ad amare la sua nuova casa e a curarla come avrebbe fatto un tempo sua nonna, ricette segrete per dimenticare ai fornelli chi l’ha fatta soffrire, o tanti modelli di carta che attendono solo le sue mani, per trasformarsi in splendidi foulard, copricuscini, grembiuli pieni di pizzi. Ma un giorno, nascosta tra quelle pagine degli anni Sessanta, Juliet trova una lettera. Una lettera che parla di qualcuno di cui lei ignorava l’esistenza… Il passato sembra riaffiorare e portare con sé un alone di mistero. E se riviverlo fosse l’unico modo per ritrovare se stessa e lasciarsi andare a un nuovo amore?

Questo romanzo non mi ha entusiasmato molto, mi aspettavo qualcosa di diverso, pensavo fosse più correlato alla cucina o a una sorta di pozioni magiche e anche la trama riportata sulla copertina del libro stesso  è un pò forviante. A tratti l’ho trovato un pò scontato e l’inizio è stato un pò lento ma poi si è fatto scorrevole e l’ho letto in meno di una settimana. La figura del capo mi ha infastidito e non poco avrei gradito che la protagonista riuscisse ad imporsi un pò di più su di lui e dargli una lezione, e anche tutto il pietismo che prova nei confronti della sua ex amica mi ha innervosito, è il ritratto di una donna debole che si lascia travolgere dagli avvenimenti, avrei preferito una donna con più carattere.  Non mi è piaciuto neppure l’abuso di alcol che si è fatto, un pò troppi ubriachi per i miei gusti. A piacermi molto invece sono stati gli estratti da riviste e libri degli anni 50-70 dedicati alle casalinghe che campeggiano all’inizio di ogni capitolo, alcuni dei quali davvero di un altro tempo. In linea di massima lo consiglio solo se vi piacciono molto i romanzi rosa e non vi aspettate nulla  di eclatante.

 

  • Il secondo libro  letto è stato: Un disastro chiamato amore pubblicato da: Leggereditore, 2016  (330 pagine) di Chiara Giacobelli, questa è la trama riportata nel romanzo:

Francese con un lavoro a Parigi e un appartamentino a Montmartre, Vivienne Vuloir è una ragazza buffa e imbranata che colleziona una figuraccia dopo l’altra, fa i conti con una fallimentare carriera di scrittrice e soffre di un numero indefinito di fobie. A trent’anni ha dimenticato il sapore di un bacio, si è adattata a essere identificata come “quella che si occupa di gossip” ma soprattutto ha perso completamente fiducia nel genere umano, specialmente se maschile. Quando un giorno riceve un’inattesa telefonata da un certo Mr Lennyster, figlio di un’importante attrice italiana su cui ha da poco redatto un dossier, è certa di stare per subire una grossa lavata di capo. Invece, l’uomo vuole commissionarle la biografia della madre. Così, ben presto Vivienne si troverà a dover affrontare un’avventura a cui non è affatto preparata: un viaggio in Italia, un libro da scrivere, un uomo affascinante, dolce ma oscuro, e una villa piena di misteri da risolvere. Tra gaffe, tentativi maldestri di carpire i segreti della famiglia Lennyster, amori e altre catastrofi, Vivienne, inguaribile pessimista, capirà che la vita le sta per riservare una sorpresa inaspettata…

Questo romanzo inspiegabilmente mi è piaciuto molto, nonostante la storia d’amore sia scontata e lei eccessivamente goffa e lui troppo servile e smielato, eppure mi ha coinvolto, l’ho divorato in un paio di giorni, è molto frizzante , la goffaggine e l’ipocondria della protagonista che a tratti ho trovato eccessiva in altri è riuscita a farmi ridere e per me è un risultato sorprendente, inevitabilmente ho finito per immedesimarmi in lei e incrociare le dita nella speranza che non combinasse qualche pasticcio. Ho adorato i personaggi secondari come il maggiordomo Marco e il collega 80enne di Vivienne (la protagonista), solo Mr Lennyster non mi ha entusiasmata avrei preferito un uomo con più carattere, è stato durante tutto il romanzo un pò troppo servile nei confronti di Vivienne, e ha subito le decisioni e i comportamenti di tutti gli altri personaggi del romanzo. Se cercate un romanzo leggero, il classico libro da leggere sotto l’ombrellone questo è perfetto.

Annunci

21 comments

  1. Cose da V · gennaio 9

    Ottima idea questa rubrica! : )

    Liked by 1 persona

    • Hadley · gennaio 9

      Grazie

      Liked by 1 persona

      • Cose da V · gennaio 9

        Mi permetto di consigliarti un libro leggero di Cecilia Ahern: Scrivimi ancora. Magari l’hai già letto. è un libro che si legge super velocemente (se piace, ovvio) ed è una storia d’amore e d’amicizia per certi versi abbastanza originale.

        Liked by 1 persona

        • Hadley · gennaio 9

          Non mi sembra di averlo letto. ..spero in biblioteca lo abbiano…altrimenti dovrò provare a vedere in quella della città che è decisamente più grande. ..grazie del consiglio!

          Liked by 1 persona

  2. ricettedacoinquiline · gennaio 9

    Non ho letto nessuno dei due, ma il primo mi piace!

    Liked by 1 persona

  3. lali1605 · gennaio 9

    bella questa tua idea! Brava!

    Liked by 1 persona

    • Hadley · gennaio 9

      Grazie, mi dispiace solo che in questo periodo non leggo nulla di più impegnativo ma solo romanzi rosa

      Liked by 1 persona

      • lali1605 · gennaio 10

        anch’io non ho molto tempo per la lettura ahimè…

        Liked by 1 persona

        • Hadley · gennaio 10

          Poi in realtà non è solo questione di tempo, ma anche di voglia di impegnarmi, preferisco cose più leggere che non mi impegnino la mente

          Mi piace

          • lali1605 · gennaio 10

            io non ho molto tempo e se devo scegliere ahimè preferisco il cinema o serie tv

            Mi piace

            • Hadley · gennaio 10

              Io no perché crollo addormentata davanti alla tv, preferisco di gran lunga cose più attive come andare a sentire un concerto di qualche band locale, una passeggiata, andare a fare foto etc…

              Mi piace

              • lali1605 · gennaio 10

                eh si andare a fare foto…qua sta nevischiando speriamo atteschisca un pò…così scatto qualcosa

                Liked by 1 persona

                • Hadley · gennaio 10

                  Quì è tutto nuvoloso e non è prevvista neve per ora (fortunatamente ) nei giorni scorsi il tempo era magnifico, e ovviamente dato che sta mattina dovevo fare delle foto alla aperto il tempo si è guastato

                  Mi piace

                  • lali1605 · gennaio 10

                    sempre così…quando uno aspetta la luce giusta…ogni tanto il fattore C non guasta… io sto preparando per le foto neutre in un piccolo studio amatoriale

                    Liked by 1 persona

                    • Hadley · gennaio 10

                      Io non sono ancora molto brava, è un anno e mezzo che ho iniziato ad usare la reflex, ma è solo da questa estate che la uso un po’ più assiduamente. ..la strada è ancora lunga…per ora ho allestito solo un mini set adatto a fotografare il mio cane utilizzando i faretti da cantiere

                      Liked by 1 persona

                    • lali1605 · gennaio 10

                      vedrai piano piano …

                      Liked by 1 persona

  4. icestidiviviana · gennaio 18

    Ciao! Che bella idea questa rubrica! Si il primo un pò triste, il secondo penso che mi piacerebbe.

    Liked by 1 persona

  5. loredanamamu · maggio 30

    Io ti consiglio di leggere “una scommessa per amore”. Io non riuscivo più a smettere di leggerlo e ti prende da subito. Romantico e divertente

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...